Novità

Pipistrelli usano muscoli superveloci per ecolocalizzazione Una specie di pipistrello europea s ...     Stati Uniti, il pipistrello marrone vicino all’estinzione Secondo le nuove proiezioni il vesp ...     Cuba, scoperta pianta che segnala la sua presenza ai pipistrelli Una pianta cubana che dipende dai p ...     Come si chiama il pipistrello nei vari dialetti italiani Pipistrello: deriva dal latino vesp ...     Comitato Parchi Nazionali: quando l’unione fa la forza! (di Franco Tassi, Presidente del Co ...     Le iniziative di “Tutela pipistrelli” nel 2016 Le iniziative nell’anno 2016 (con ...    

In Nuova Zelanda il pipistrello che cammina

Si chiama Mystacina tuberculata, ed è un piccolo pipostrello che vive in Nuova Zelanda, lungo non più di 6 centimetri e che raramente arriva a pesare più di 15 grammi, e che ha ereditato da un antenato vissuto 20 milioni di anni fa l’abilità di camminare a quattro zampe sul terreno.
La dottoressa Suzanne Hand, esperta di pipistrelli della University of South Wales di Sidney, Australia, ha scoperto che questo pipistrello ha speciali muscoli ed adattamenti ossei presenti anche in alcuni antenati che vivevano nelle antiche foreste pluviali australiani, basandosi sul ritrovamento di fossili avvenuto nel Nord-Est del Queensland, nel Riversleigh World Heritage Fossil Site.
Il Mystacina tuberculata, assieme al comune pipistrello vampiro americano (Desmodus rotundus), sono gli unici due pipistelli in oltre 1100 specie sparse in tutto il mondo in grado di camminare a quattro zampe sul terreno. Utilizzano le ali come zampe supplementari, grazie anche ad un artiglio sulle estremità che garantisce la presa sia sugli alberi che per terra.
ARKive photo - Lesser short-tailed bat portrait
“Il piccolo pipistrello sembra essere il solo sopravvissuto di un’antica discendenza Australiana ritrovata solo in Nuova Zelanda” dice la dottoressa Hand. E continua “Questo studio mostra che, contrariamente alle ipotesi correnti, i pipistrelli non sono mai stati completamente assenti dalla vita al suolo a causa della competizione e della predazione da parte di altri mammiferi. A differenza degli ucceli, non c’è alcuna prova evidente che i pipistrelli abbiano acquisito una limitata capacità di volare a causa dell’ isolamento nelle isole.
Più propriamente, sembra che la camminata sia decisamente rara nei pipistrelli a causa dei vantaggi che comporta solo in determinate circostanze. La competizione con altri animali, e l’essere preda di predatori terrestri non impedisce ai moderni pipistrelli vampiro di camminare. Allo stesso modo, le ricche foreste pluviali dell’ antica Australia in cui si sono evoluti gli antenati dei Mystacinidi abbondavano di predatori e competitori al livello del suolo”
Il piccolo Mystacina tuberculata è un mammifero dal pelo vellutato e dalla cora corta, e l’unico mammifero di terra della Nuova Zelanda: passa lunghi periodi sul terreno delle foreste, cacciando insetti e cercando frutta caduda, nettare e polline.
Sembra che abbia anche evoluto una relazione speciale di scambio con un impollinatore dei fiori Hades, una pianta parassita che produce nettare dai fiori alla base di tronchi d’alberi.
E’ l’unico rappresentante del proprio genere e famiglia: nel 1965 è stato avvistato l’ultimo Mystacina robusta, parente della specie tuberculata, lasciando come unico erede della famigia Mystacina il piccolo pipistrello Neozelandese.
Tra le caratteristiche più bizzare, questo pipistrello usa i suoi artigli ed i suoi denti per scavare tane sotterranee, ed i maschi sembrano competere durante la stagione degli amori con una serie di competizioni di canto.
E’ stato classificato nella lista di animali vulnerabili, ed appartiene ai 100 mammiferi più a rischio di estinzione del Pianeta. Anche perchè con l’introduzione di mammiferi predatori mai esistiti, come il gatto, il ratto e l’ermellino, vedono il proprio regno naturale violato e costantemente minacciato.

Tratto da: http://www.ditadifulmine.com

Leave a Reply

Con il patrocinio gratuito di: