Novità

TROVATO PIPISTRELLO DEBILITATO Ciao Alessandra, ecco come promesso ...     FERRO DI CAVALLO MINORE Rhinolophus hipposideros (Bechstein ...     I pipistrelli si orientano grazie alla statistica C’è un professore di statist ...     “Pipistrelli, gestione e pronto soccorso”. Seminario il 9 giugno a Roma Il seminario, gratuito, tenuto dall ...     Nasce a Roma il Museo permanente del crimine ambientale Sorgerà al Bioparco di Roma il pri ...     Bat night alla Riserva della Marcigliana (RM). Sabato 31 agosto ore 18.30 Sabato 31 agosto alle ore 18.30, pr ...    

“Perchè i pipistrelli volano di notte”, fiaba africana

Tanto tempo fa, gli uccelli avevano cominciato a non andare d’accordo con tutti gli altri animali: litigavano spesso e si facevano molti dispetti.

I pipistrelli, in tutta questa confusione, non sapevano da che parte stare, perché, come sapete, essi hanno le ali come gli uccelli, ma i denti come gli altri animali.
Ma visto che simpatizzavano per gli uccelli, i pipistrelli, infine, scelsero di stare dalla loro parte.
Gli uccelli, però, non li volevano vicino, perché li consideravano diversi da loro.
“Non avete il becco e avete i denti!” – dicevano.
“Ma abbiamo le ali!” – specificavano i pipistrelli.
Dopo alcune insistenze, gli uccelli li accettarono.

Nella guerra che si era scatenata, gli altri animali ebbero la meglio.
I pipistrelli volarono da loro perché erano i vincitori.
“Noi siamo dalla vostra parte!” – dissero i pipistrelli.
“Voi non siete animali, come noi: siete uccelli, perché avete le ali!” – risposero leoni ed elefanti che comandavano i vincitori della guerra.
“Guardate i nostri denti: sono come i vostri!” – replicarono i pipistrelli e mostrarono i piccoli canini.
Ma gli animali li cacciarono ugualmente.
Anche gli uccelli non li vollero più dalla loro parte perché si erano comportati da traditori.

Senza nessun gruppo al quale unirsi, i pipistrelli restarono soli, tristi e vergognati: allora cominciarono ad evitare di mostrarsi durante il giorno e decisero di volare e cacciare soltanto di notte.

Ed anche oggi fanno ancora così…

Leave a Reply

Con il patrocinio gratuito di: