Novità

Il Pipistrello di Versailles, di Gianfranco Manfredi C’ero una volta io. Ero un Princi ...     “Pipistrelli”, di Renato Zero Dove si va Anime inquiete. Dove si ...     Le iniziative di “Tutela pipistrelli” nel 2017 Le iniziative nell’anno 2017 (con ...     Alimentazione neonato nudo I pipistrelli italiani appena nati, ...     Ho trovato un pipistrello adulto Cosa fare se si trova un pipistrell ...     Cinema e pipistrelli. Tutti i film di Batman Con l’ultimo film di Batman, inti ...    

Bat Pat, su Raidue arriva il pipistrello scrittore

Atlantyca Entertainment, società milanese che produce anche Geronimo Stilton, in partnership con la spagnola Imira Entertainment e la malese Inspidea, ha sviluppato la serie animata Bat Pat tratta dalla serie di libri per bambini di grande successo scritta da Roberto Pavarello, e pubblicata in Italia -da Piemme-, Spagna, Portogallo, Belgio, Olanda, Romania, Turchia, Cina, Hong Kong, USA e Brasile.

La serie composta da 52 episodi da 13 minuti, autoconclusivi, racconta le avventure spaventose e comiche di Bat Pat, uno scittore specializzato in storie da brivido anche se é un tipo fifone. Accanto a lui ci sono gli amici Martin, Leo e Rebecca Silver, bimbi tra gli otto e i dieci anni, e intrepidi investigatori dei misteri di Fogville che aiutano il pipistrello parlante nelle sue ricerche.

La loro piccola città sembra essere destinata ad essere la location più adatta per eventi bizzarri e l’arrivo di creature misteriose come spiriti, mummie, streghe, mostri, lupi mannari. Bat Pat e i suoi amici devono vedersela con creature che stanno in agguato, infestano il bosco o lanciano grida agghiaccianti nelle zone più buie della cittadina. Ma le creature “spaventose” non vogliono essere malvagie, il più delle volte hanno solo bisogno di aiuto.

Il progetto di Atlantyca è transmediale, e prevede oltre alla serie, un sito web, un’applicazione, e degli ebook. Tutto indirizzato ad un pubblico di bambini tra i 6 e i 9 anni. La messa in onda è prevista per la fine del 2012 su Raidue.

Tratto da: http://www.blogo.it

Leave a Reply

Con il patrocinio gratuito di: