Novità

In Polonia un bunker che ospita 37mila pipistrelli La Ostwall, linea di difesa creata ...     Roma. Che fine fanno i gatti di Porta Portese? La terribile notizia della decision ...     Spallanzani e i suoi terribili esperimenti sui pipistrelli Nell’estate 1793, durante le ...     Via libera al trattato che salva i pipistrelli Dal 19 novembre 2005 sono entrate i ...     Perù, catturato pipistrello gigante Alcuni militari dell’esercito del ...     News dall’Italia e dal mondo Le notti di luna piena spaventano i ...    

Bat Pat, su Raidue arriva il pipistrello scrittore

Atlantyca Entertainment, società milanese che produce anche Geronimo Stilton, in partnership con la spagnola Imira Entertainment e la malese Inspidea, ha sviluppato la serie animata Bat Pat tratta dalla serie di libri per bambini di grande successo scritta da Roberto Pavarello, e pubblicata in Italia -da Piemme-, Spagna, Portogallo, Belgio, Olanda, Romania, Turchia, Cina, Hong Kong, USA e Brasile.

La serie composta da 52 episodi da 13 minuti, autoconclusivi, racconta le avventure spaventose e comiche di Bat Pat, uno scittore specializzato in storie da brivido anche se é un tipo fifone. Accanto a lui ci sono gli amici Martin, Leo e Rebecca Silver, bimbi tra gli otto e i dieci anni, e intrepidi investigatori dei misteri di Fogville che aiutano il pipistrello parlante nelle sue ricerche.

La loro piccola città sembra essere destinata ad essere la location più adatta per eventi bizzarri e l’arrivo di creature misteriose come spiriti, mummie, streghe, mostri, lupi mannari. Bat Pat e i suoi amici devono vedersela con creature che stanno in agguato, infestano il bosco o lanciano grida agghiaccianti nelle zone più buie della cittadina. Ma le creature “spaventose” non vogliono essere malvagie, il più delle volte hanno solo bisogno di aiuto.

Il progetto di Atlantyca è transmediale, e prevede oltre alla serie, un sito web, un’applicazione, e degli ebook. Tutto indirizzato ad un pubblico di bambini tra i 6 e i 9 anni. La messa in onda è prevista per la fine del 2012 su Raidue.

Tratto da: http://www.blogo.it

Leave a Reply

Con il patrocinio gratuito di: