Novità

A Taiwan c’è il bat-hotel Un motel di Kaonhsiung City Taiwan, ...     “Che cosa si prova a essere un pipistrello?”, di Thomas Nagel La coscienza è ciò che rende vera ...     Cras a rischio chiusura in tutta Italia. Non ci sono i fondi Dalla Puglia al Piemonte passando p ...     Alessandra, la mamma dei pipistrelli Il sorriso che le illumina il viso ...     “Il pipistrello”, di Luigi Pirandello Tutto bene. La commedia, niente di ...     Israele diventa il 36° partner di Eurobats Con particolare piacere l’organiz ...    

I “pipistrelli” dei paracadutisti – RUSSIA

I “pipistrelli” dei paracadutisti. Reparto sabotatori dell’esercito della Federazione Russa

 

[…] tante volte ci lanciavano dall’aereo, spesso di notte, per questo motivo i nostri paracaduti erano neri, tanto che gli altri paracadutisti ci chiamavano “i pipistrelli”.

Alla fine di un’operazione, un assalto o una qualsiasi azione militare, per far vedere agli altri che eravamo stati noi a risolvere quel casino, disegnavamo da qualche parte un pipistrello. Era una specie di firma solo nostra, un segno di riconoscimento e di valore […]

Nicolai Lilin “Caduta libera, pg 64-65”, 2010 Einaudi Editore

http://www.proznak.ru/cpesnaz.htm

A cura di Lorenzo Corradini

Leave a Reply

Con il patrocinio gratuito di: