Novità

“Chirotteri, conoscenza e recupero”. Corso con Alessandra Tomassini il 28 set. (Diso) Corso di III livello – Chirot ...     Halloween, tutto sui pipistrelli al “Museo della Scienza” di Napoli Una due giorni all’insegna de ...     CHIRecuperO: il primo convegno sul recupero di chirotteri in Italia English Gli Organizzatori sono liet ...     I pipistrelli sfidano anche i tumori Non si ammalano, sono longevi e muo ...     “Il pipistrello, il rovo e il gabbiano”, di Esopo Molto tempo fa, un pipistrello, un ...     Il Pipistrello di Versailles, di Gianfranco Manfredi C’ero una volta io. Ero un Princi ...    

TROVATO PIPISTRELLO DEBILITATO

Ciao Alessandra,

ecco come promesso le foto del pipistrello che ho trovato.

 

 

 

 

 

 

 

Ciao Vxxxxx,

allora…è un Hypsugo savii giovane
intanto vietato farlo agitare:
niente prove di volo, niente agitazioni, niente stress
hai comprato la pappa reale fresca (NO MIELE!)? sarebbe proprio importante dargliela il prima possibile e dargli anche tanta tanta acqua che molto probabilmente è disidratato…l’acqua gliela puoi somministrare con una siringa da insulina

è proprio magro magro…e sono molto preoccupata che non arrivi a domani…
quindi se riesci a procurarti (ma è tardissimo lo so) il materiale per fare il pappone io glielo darei subito (già l’alimentazione in cattività è scarsa se poi non vengono usati TUTTI gli ingredienti lo sarà ancora di più, quindi chi deve nutrire un pipistrello con il pappone è pregato di USARE TUTTI GLI INGREDIENTI, grazie!):
3/4 vasetto omogeneizzato manzo (no altri tipi di omogeneizzati)
1/4 omogeneizzato banana (No banana con altri frutti …se non trovi l’omogeneizzato di SOLA banana allora è meglio frullare una banana e prendere 2 cucchiai)
1 uovo intero e crudo.

somministra il pappone con la sirigna da insulina, puoi dargli metà siringa subito e un’altra metà fra 4 ore,
se riesci a dargli da mangiare è importante tenerlo dopo il pasto a circa 38 gradi…usa una borsa dell’acqua calda da mettere sotto metà scatola..mi raccomando va tenuto al caldo sopratutto dopo i pasti. Puoi arrivare a dargli 1-1,5 cc al giorno (se si usa la sirigna da insulina è evidente che il contenuto di questa è più grande dello stomaco di un pipistrello antropofilo, come un albolimbato o un savi), è importante però che tu lo faccia in modo graduale.

Il pappone che avanza lo puoi mettere in quelle bustine per fare il ghiaccio e congelarlo, così che di volta in volta puoi scongelare solo quello che ti serve.
Non ti “inventare” nulla fai le cose che ti dico alla lettera……

ATTENZIONE: il pappone può essere dato per brevi periodi, l’alimentazione corretta rimane quella con le camole della farina.

Per l’alloggio, come già ti ho detto al telefono,mettilo dentro una scatola di cartone di scarpe….AATTENZIONE AI FORI, anche se è debilitato può essere che scappi dalla scatola, quindi meglio niente fori, o se proprio li vuoi fare fai fori molto piccoli (della grandezza di uno stuzzicadenti)

se non riesci a dargli il pasto non lo mettere troppo al caldo perché attiva il metabolismo e se non viene supportato subito con alimentazione adeguata allora è meglio tenerlo a temperatura ambiente

spero (ma non ne sono sicura!) di essere stata chiara…
se vuoi puoi chiamare a qualsiasi ora…se trovi acceso e rispondo significa che potevi chiamare se non rispondo o è spento allora riprova!
buon lavoro!

spero che leggerai presto questa mail e che almeno, anche se è tardi e i negozi sono ormai chiusi, prenderai la pappa reale fresca che si vende in farmacia!
Alessandra

Con il patrocinio gratuito di: