Novità

“Che cosa si prova a essere un pipistrello?”, di Thomas Nagel La coscienza è ciò che rende vera ...     A Nottula, di Angelo Restante Da Fabio e dagli altri amici dell&# ...     La sezione speleo Cari amici speleo questa sezione è ...     Al via a Roma il corso per addetti stampa nel settore ambientale Mobilità sostenibile, le vittime d ...     COME DISTINGUERE UN PIPISTRELLO DEBILITATO Queste due foto sono state scattata ...     Festambiente 2012, un successo che si riconferma È stato il coinvolgente concerto d ...    

Quando non si è esperti

Ecco un altro caso di chi, anche se pieno di buone intenzioni, ha tenuto un pipistrello senza rispettare le necessità dello stesso. I risultati: un animale deformato.

Le foto rappresentano individui più o meno della stessa età di Pipistrellus kuhlii,  possibile vedere le differenze di forma e dimensioni delle ali rispetto a un individuo cresciuto sempre in cattività ma con le giuste accortezze e la giusta alimentazione.

Svezzato con un latte per cuccioli in polvere…ecco i risultati un individuo che non sarà mai liberabile. Ricordatevi che non tutti i centri di recupero tengono gli irrecuperabili che spesso vengono soppressi.

E’ inutile che vi dica quanto sono arrabbiata per questo scepio che è stato perpetuato per questo povero pipistrello.

SE TROVATE UN PIPISTRELLO RIVOLGETEVI SEMPRE AD UN ESPERTO!

 

 

le immagini qui sotto mostrano individui alimentati in modo scorretto e poi consegnati, questi individui sono TUTTI MORTI proprio a causa dell’errata alimentazione

 

Cucciolo alimentato con marca di latte non idonea a sinistra (mrirà anche lui poco dopo il ricovero), a destra cucciolo ricoverato in cattività da più di 10 giorni sano

Cucciolo sottoalimentato, molto sporco e deforme. Morirà poco dopo il ricovero

animale deforme corpo grande ali piccole, morirà dopo il ricovero

 

 

 

 

 

Con il patrocinio gratuito di: