Novità

I campi estivi di Legambiente per i bimbi tra i 6 e i 14 anni Una settimana senza mamma e papàPe ...     Monitoraggio Chirotteri nel Lazio: accordo Arp-Tutela Pipistrelli Tutte le specie di Chirotteri sono ...     Come si chiama il pipistrello nei vari dialetti italiani Pipistrello: deriva dal latino vesp ...     GB attacca UE sui pipistrelli e le chiese. Bruxelles ci scherza! I pipistrelli infestano le chiese g ...     La storia del lupo a tre zampe che accudisce i cuccioli Nel 2008 un colpo di fucile sparato ...     Africa, scoperta specie di pipistrelli attiva anche di giorno Nel mondo esistono pipistrelli atti ...    

Il pipistrello è simbolo di rinascita

Il pipistrello è il simbolo della rinascita. Da un lato abita anfratti oscuri che ricordano il buio della tomba, dall’altro riposa a testa in giù nella posizione che ha un bimbo nel ventre materno poco prima della nascita.
Le venerazione del pipistrello è originaria del Centro America, dove aveva un ruolo rilevante nelle culture degli Aztechi, dei Toltechi e dei Maya. In primo luogo raffigura la morte simbolica che lo sciamano deve sperimentare durante il rito d’iniziazione. L’idea di base è che l’iniziando deve affrontare e vincere le proprie paure, quindi deve incontrare il vero se stesso, per potersi liberare dal proprio vecchio ego e poter rinascere come uomo nuovo, libero da ogni blocco e da ogni paura. Rituali di questo tipo sono presenti presso tutte le popolazioni indigene della terra. In genere l’aspirante sciamano viene sottoposto a prove durissime di ogni genere, che lo portano ai suoi limiti sia psichicamente che fisicamente. Per esempio è prevista in molti casi anche la sepoltura sotto terra dell’iniziando per una intera notte. Quando vi appare in sogno un pipistrello, questo è un segno che indica la necessità di staccarvi da una parte di voi stessi, da una vostra particolare attitudine, oppure da una situazione di vita non più soddisfacente. In altre parole, è importante morire una morte simbolica per poter progredire ulteriormente.

Tratto da: http://www.indianiamericani.it

Leave a Reply

Con il patrocinio gratuito di: