Novità

Spelaion 2013. Gocce di storia… con uno sguardo speciale ai Chirotteri La speleologia incontra l’archeol ...     Camole della farina, la giusta alimentazione In molti mi avete raccontato la dif ...     La vita segreta dei pipistrelli, di Danilo Russo Danilo Russo, ricercatore di fama i ...     Pipistrelli ed Ebola. Non dobbiamo temere nulla Nuove evidenze indicano che i pipis ...     Gli animali ci insegnano il comportamento sociale Gli animali ci insegnano il comport ...     La vita segreta dei pipistrelli su Radio Godot Oggi 10 aprile 2013 seconda puntat ...    

Ho trovato un pipistrello adulto

E’ possibile osservare un pipistrello adulto nel momento di una visita di controllo in cui si apre ala, in questo caso sono visibili gli acari presenti sul patagio (membrana alare)

Cosa fare se si trova un pipistrello adulto.

Inserirlo in una scatola di cartone come per gli altri e lasciare un tappo d’acqua. Inserire nella scatola di cartone o una scatolina più piccola o un pezzo di stoffa SENZA fili penduli, fornire per metà scatola una fonte di caolre che può essere una borsa dell’acqua calda o una bottiglia con dell’acqua calda posizionata fuori la scatola (ribadisco la necessità di chiamare un esperto a seconda della gravità della situazione è meglio usare alcune accortezze)

Intanto diverse possono essere le cause del ritrovamento:

predazione da gatto. Telefonate subito ad un esperto: le ferite da gatto sono molto pericolose sopratutto per le infezioni che ne possono derivare e va iniziato il prima possibile l’antibiotico.

debilitazione. Anche in questo caso è importante sentire un esperto. In generale però si può somministrare come INTEGRATORE (e non come alimento) la PAPPA REALE FRESCA che si può comprare in farmacia ed è un ottimo ricostituente. Per l’alimentazione le camole (o tarme) della farina sono l’alimento migliore che si può fornire in cattività (le camole della farina devono essere alimentate con crusca, mela, carota, vitamine e calcio). Inizialmente può essere che l’adulto non magi le camole da solo, quindi il mio consiglio è di decapitare (lo so è brutto ma così almeno la camola soffre il meno possibile) e premere un pochino così da far uscire la polpa, posizionarla davanti al muso del pipistrello e questo dovrebbe iniziare a mangiarla. Comunque sia la sera potete lasciare nella scatola su un tappo (per esempio quello di un barattolo) alcune camole decapitate così che durante la notte il pipsitrello può mangiarle in tranquillità. Se mangia da solo dal giorno dopo potete lasciare vive dentro un contenitore basso il pipistrello dovrebbe mangiarle tranquillamente da solo.

Se non è possibile trovare le camole della farina allora gli si deve somministrare, attraverso una sirigna da insulina senza ago, il pappone così fatto:

3/4 vasetto omogeneizzato manzo (no altri tipi di omogeneizzati)
1/4 omogeneizzato banana (No banana con altri frutti …se non trovi l’omogeneizzato di SOLA banana allora è meglio frullare una banana e prendere 2 cucchiai)
1 uovo intero e crudo.

per la quantità da somministrare, se si tratta di pipistrelli antropofili e di piccole dimensioni (5-6 grammi), si può somministrare 0,5 cc (metà siringa da insulina) a pasto per 2-3 pasti al giorno.

tanto più quando un individuo è debilitato allora bisogna fornire una fonte di calore, per esempio una borsa dell’acqua calda su META’ scatola e avvolta con della stoffa per esempio una maglietta di cotone (fondamentale che non ci siano fili penduli), se non si ha a disposizione una borsa dell’acqua calda allora è possibile una bottiglia di plastica con l’acqua calda e circondata da stoffa (vedi Foto).

trauma. Seguire gli stessi consigli per la debilitazione

Frattura. Le fratture sono quello che di peggio può capitare ad un pipistrello. Un pipistrello con un’ala fratturata, tranne rarissimi casi (in tutta la mia vita di recuperatrice cioé oltre 10 anni mi sarà capitato 2 o 3 volte!), non potrà più volare e quindi essere liberato. E’ FONDAMENTALE portarlo il prima possibile da una persona esperta che sappia prendere le decisione più giusta per ogni caso. Inoltre se non viene curato l’infezione che si può sviluppare porterebbe comunque alla morte il chirottero ferito.

– Come distinguere un pipistrello maschio da una femmina? clicca qui

Con il patrocinio gratuito di: